Il Mercato delle pulci di Saint-Ouen a Parigi

Di domenica a Parigi, quasi tutti i negozi sono chiusi, compresi i grandi magazzini La Fayette, quindi dopo una mattinata a Montmartre e una baguette per pranzo dell’ultimo giorno a Parigi, abbiamo fatto un giro nel famoso Marché aux puces de Saint-Ouen, aperto anche di domenica fino alle 19.00, che appunto si trova in Porte de Clignancourt, in una zona meno turistica più su a nord di Montmartre. cosa comprare a Parigi

Non immaginatevi il classico mercatino delle pulci con bancarelle e venditori ambulanti, il Mercato delle pulci di Saint-Ouen occupa una fetta di sette ettari di quartiere organizzato come un polo fieristico quotidiano e diviso con criterio in varie categorie merceologiche rappresentate in tutto da circa 2000 venditori, ognuno con un proprio stand, in gallerie coperte o strutture appositamente allestite per creare percorsi di shopping lungo l’asse viario principale dove si articolano tutte le sezioni. Ci sono servizi come wc, cafè e security nelle varie zone, quindi non è un luogo periocoloso, nonostante gravitino attorno all’area venditori di merce contraffatta più che altro dall’uscita della fermata della metro, fino all’arrivo nelle vicinanze del mercato.cosa comprare a Parigi

Qui vengono molti compratori d’antiquariato, oppure collezionisti di ogni genere di oggetti, appassionati del vintage, interior stylist e arredatori o persone comunque alla ricerca di pezzi particolari, recuperati e di classico gusto francese e non solo, per arredare in modo originale ed eclettico un ambiente, uno showroom o un ufficio. Oltre all’antiquariato, il modernariato e la decorazione vi è un’ampia scelta di abbigliamento e accessori vintage di storici marchi francesi come Chanel, Dior, YSL e Balenciaga, infatti quest’area è molto frequentata da stilisti, fashion bloggers, studenti di moda, trend setters e costumisti cinematografici.cosa comprare a Parigicosa comprare a Parigi

Una cosa è certa, per visitare questi posti ci vuole un minimo di conoscenza degli stili e delle epoche se si è interessati a comprare mobili antichi o anche modernariato, ma la cosa fondamentale in realtà è avere occhio per le cose che colpiscono, perchè a volte oggetti anonimi posati in una cesta sotto un banco o insieme ad una miriade di altri oggetti, possono rivelarsi pezzi di valore o comunque rendere un ambiente unico e fuori dal comune per la cura e la ricercatezza senza, per forza spendere cifre esorbitanti. Questo è stato un pò il mood con cui abbiamo girato negl’immensi percorsi del Marché aux puces, ma siccome era domenica e risultava difficile anche organizzarsi presso un centro apposito per farci spedire dei mobili e degli oggetti più ingombranti che non entravano in valigia (se avete queste intenzioni andateci in un giorno della settimana e non l’ultimo giorno della vostra permanenza a Parigi…) ci siamo concentrati sugli accessori e i piccoli complementi d’arredo, per portarci almeno un piccolo ricordo da questo stupendo singolare mercato dove si può ripercorrere la storia dell’arredamento e la decorazione francese, oltre che alle influenze esotiche che contaminano le tendenze moderne in ambito del home decor.cosa comprare a Parigicosa comprare a Parigicosa comprare a Parigi

Proprio lungo una galleria di negozi che vendevano stampe, pietre, bauli e chincaglierie di ogni genere, fuori un negozio di oggetti decorativi di vario genere e stile, ho notato un banco con su una cesta di sfere rivestite di madreperla, legno, osso e ceramica che sono piaciute tanto sia a me che a mio marito e abbiamo deciso di acquistarne tre per il nostro soggiorno. La signora proprietaria del negozio è stata molto gentile nello spiegarci che erano oggetti che aveva acquistato in un viaggio la sorella in India vent’anni fa e che risalivano agli anni ’60/70′ circa e testimoniavano la maestria del lavoro artigianale dell’epoca che oggi va man mano scomparendo, infatti le sfere sono rivestite, con perfezione e gran manifattura, di tasselli curvati e sagomati a mano. Una cosa che mi dissero e che vi consiglio, è in questi luoghi di contrattare sul prezzo, infatti la signora ci ha fatto un prezzo su un solo pezzo e uno più vantaggioso se ne prendevamo due ma noi allo stesso prezzo siamo riusciti, con gentilezza e dopo aver fatto una piacevole conversazione, a farcene dare tre! Questo è anche il bello di un mercatino.cosa comprare a Parigi

Oltre alle sfere ho acquistato in uno stand di accessori vintage di vario genere un medaglione dorato degli anni Settanta con incisa una coppia che balla il twist e delle pietre vintage per crearmi due diverse collane per il prossimo inverno.cosa comprare a Parigi

Fatemi sapere se conoscete o siete stati in questo mercato o se vi interessano luoghi del genere!

Bisous,

M.

Annunci

2 thoughts on “Il Mercato delle pulci di Saint-Ouen a Parigi

  1. Ciao Marianna, che ricordi mi ha suscitato questo post. Ho visto nelle tue foto gli stessi luoghi che abbiamo visitato noi e, come te, abbiamo avuto il rimpianto di esserci andati l’ultimo giorno… ma chi immaginava tali tesori? Non ci resta che rimandare alla prossima volta allora!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...