Just married in Paris.

Sposata, trasferita finalmente nella nuova casa, ora comincia una nuova fase della mia vita di donna. La settimana successiva a quella del matrimonio ci siamo regalati un week end a Parigi, per staccare un pò, dopo tanta fatica piu chè altro mentale, e starcene da soli a condividere queste nuove emozioni legate alla nostra vita di coppia. Quale città migliore di Parigi per antonomasia la città degli innamorati ma anche di tante altre bellezze. Io ci sono già stata due volte ma da ragazzina con i miei mentre il mio sposo mai, quindi questo viaggio è stato un’insieme di scoperte e riscoperte per entrambi.  In un week end non si riesce a visitare per bene tutti i luoghi interessanti e magici che questa città offre, quindi ben organizzati con una mappa, abbiamo definito un piccolo tour personale, aiutandoci anche con la Lonely Planet che compro sempre per ogni viaggio, soprattutto per consigli su locali, ristoranti e posticini non molto turistici da non perdere per immeggersi a pieno nella cultura e nell’identità di un luogo. Abbiamo poi selezionato posti che volevamo visitare anche all’interno, come musei e chiese, e altri che purtroppo abbiamo visto solo da fuori anche perchè invasi all’ingresso da file chilometriche.

Quello che mi è rimasto nel cuore sono una serie di posti che ci sono piaciuti di più in quel particolare contesto e momento, dove abbiamo mangiato baguette farcite e latre prelibatezze tipiche francesi e bevuto dell’ottimo Bordoux, comprato cose desiderate per casa o per noi o semplicemente gradito per accoglienza e atmosfera…centre pompidou

Uno dei posti che mi ha lasciato il segno è stato il Centre Pompidou, museo di arte contemporanea, dove oltre alla gran collezione permanente, ho visto la mostra dedicata a Le Corbusier in occasione del cinquantenario della sua morte, da non perdere per gli appassionati di architettura e design.
le pain quotidienLe pain quotidien è un posticino ideale per fare una deliziosa colazione a base di croissant, pain au chocolat o pain au raisin (il mio preferito pane con frutta secca) rigorosamente biologici.
chanelIn rue Cambon ho visitato e anche acquistato una cosina (gulp!) nello storico head quarter di Chanel, dove ho chiesto di poter vedere la famosa scala dove Mademoiselle Coco guardava da sopra casa sua attraverso lo specchio la sfilata in corso senza essere vista. Un’esperienza magica e un tributo ad una grande donna della storia dello stile non solo francese ma internazionale.
le croque madameIn un bistrò sugli Champs Elysees ho assaggiato il famoso chic street food francese Le croque Madame, un toast con formaggio fuso e prosciutto cotto, che si differenzia da le croque Monsier che è senza uovo, mentre mio marito ha mangiato escargo e foie gras. Le croque Madame mi è piaciuto molto che appena tornata a casa l’ho riprodotto ed è risultata una cena sfiziosa dal sapore francese, che sicuramente rifarò.

Seguite i prossimi post perchè vi descriverò nel dettaglio alcuni luoghi e condividerò consigli su cosa conviene comprare a Parigi.

Bisous!

Annunci

4 thoughts on “Just married in Paris.

    1. Grazie cara! a breve mi attrezzo per foto ed editing. Siamo in un periodo incasinato prima di partire per il viaggio di nozze, ma spero di farcela prima. Un abbraccio<3

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...