La borsa dell’architetto.

Mi ricordo al primo anno di università, portavamo i fogli da disegno di gran formato in cartelline rigide con manici  o arrotolati nei classici tubi in plastica leggera con tracolla. Classificabili come prodotti da cancelleria, questi metodi pret a porter a servizio degli studenti alle prime armi con gli strumenti da lavoro da architetto, ben davano in certi casi un’andatura plastica e un’immagine monolitica da facchino o portaborse. In più per portarsi dietro penne, pastelli e altro necessario ci voleva un’ altra borsa che avesse un minimo di profondità, percui noi ragazze già munite di borsa eravamo avvantaggiate, mentre i ragazzi giravano con ulteriore zainetto, tracolla o ventiquattrore a seconda del modo e del grado d’intensità in cui già si erano calati nella parte di questa professione. Durante i corsi nelle aule osservavo come si organizzavano i prof. e per la maggiore avevano borse a tracolla di gran manifattura, soprattutto le donne, dai modelli tecnici tipo Prada o più funzionali e specifici come quelli Piquadro, o per gli uomini borse grandi in cuoio da ex hippies ripuliti negli anni Duemila o ventiquattrore seriose come di quelle che si regalano alle lauree. E da questi stili si poteva carpire anche la loro personalità. Poi c’era il prof. fico e intellettuale, con un nome particolare, architetto da concorsi importanti, dallo stile Armani, quasi mai senza bags, cappotto ampio nero, agenda moleskine e matita per schizzi in tasca. Basta. Ed è stato uno da cui credo in poco tempo di aver imparato tanto, di aver imparato ad amare l’architettura. 

nendo-tods-architects-bag-designboom-02via

Quando cominciai a lavorare sino ad oggi, per portarmi dietro i disegni e tutto l’occorrente cerco di essere il più possibile minimal, usando una cartellina in pelle nera classica e sottile in cui metto disegni e tavole moodboard, oltre alla mia borsa in cui metto quando mi serve misuratore laser, roller e agenda per schizzi, oltre ad un astuccio per matite e penne che tengo fisso ormai, replicando la vecchia tenuta da studentessa di facoltà di architettura, che un pò in verità mi sento ancora.

Tods ha invitato il da me venerato studio Nendo, che ruota attorno alla personalità e creatività di Yoki Sato (tutto ciò che passa per le sue mani diventa poesia) a progettare una borsa per noi architetti con pezzi squadrati di pelle che potrebbe assolvere alla funzione anche di svecchiare i prof., rendere i professionisti del settore più modaioli, ripulire e organizzare chi si attrezza in modo estemporaneo con cartelle e pochette varie, ampliare gli orizzonti dei minimalisti, facendo sempre più leva sul concetto che si può applicare la cultura del progetto alla piccola dimensione spaziale di una borsa. 

nendo-tods-architects-bag-designboom-02via

La borsa dell’architetto prende forma da ciò che deve contenere. E’ stata creata partendo dalle misure standard di un foglio A3 che è il doppio di un A4 in cui si piega la borsa a seconda delle esigenze e del contesto, fino poi a diventare, ripiegando i manici, una comoda clutch da sera ed essere usata fuori dagli orari di lavoro. Le zip centrali e le tasche esterne sono nello stesso tempo struttura e forma che danno corpo e funzionalità alla borsa, permettendo di alloggiarvi anche campioni di materiali, sketch book, cataloghi e libri e ogni genere di penne e matite. Se non fosse per il prezzo ovviamente non proprio abbordabile (in vendita on line qui), la consiglierei a tutti studenti, creativi e appunto architetti.

La Architect bag è un oggetto senza tempo, destinata a divenire un classico del genere, un’icona contemporanea per questa professione che necessita di essere valorizzata con più rispetto e responsabilità sociale da parte degli architetti stessi e da tutti gli altri. Si potrebbe cominciare da una borsa.

nendo-tods-architects-bag-designboom-03via

nendo and tod's fashion adaptable leather bag for architectsvia

nendo-tods-architects-bag-designboom-02via

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...