Lampade a sfera a sospensione.

Personalmente non amo molto le lampade sospese al centro di una stanza perché reputo siano luci tecnicamente errate, creano zone d’ombra e de-limitano le attività da svolgere ad una porzione di spazio circoscritta, e, a meno che non sia una circostanza voluta (come ad esempio una lampada volutamente sospesa su un tavolo per illuminare l’attività del mangiare), c’è sempre bisogno di “lampade di rinforzo” per completare la corretta fruizione dello spazio intero. Sono molto indicate quindi ad esempio su un tavolo da pranzo, meno in una camera da letto. Le luci devono essere prima di tutto funzionali e poi essere concepite come elementi di arredo. Perciò le lampade devo essere scelte con particolare cura, come quella che uno metterebbe nello scegliere un pavimento, una cucina o un letto, e non fanno parte dello step successivo alla progettazione di un interno ma sono un elemento fondamentale da prevedere a priori e insieme alla definizione dell’arredamento, in quanto influisce molto sulla qualità e il confort degli interni.

Tutte queste mie considerazioni tendono ad attutirsi se parliamo di lampade a sfera a sospensione, che sono le mie preferite da sempre. Mi riferisco a lampade a forma di palla, sfera, bolla, di sostanza leggera fluttuanti nello spazio, sospese da nulla, come se fossero appena soffiate e come se accarezzassero tutte le cose che hanno intorno. Tecnicamente diffondono la luce a 360 gradi per via della conformazione geometrica, sono l’archetipo del bulbo della lampadina e si possono utilizzare sia per un tipo di luce puntuale che diffusa. Pur innamorata della Diablo di Castiglioni, di cui vi parlai in questo post, che purtroppo è fuori produzione, e nulla da togliere alle seducenti e bellissime lampade di design sul mercato, le mie predilette lampade a palla saranno le uniche sospensioni della mia casa. Non ho dovuto faticare molto nella scelta, avevo pronta la mia lista del cuore che vi mostro in questo post.

lampade a sfera a sospensione1. Regolit di Ikea. La madre di tutte le ball lamps: in carta di riso di tradizione giapponese, rende soft anche la luce più fredda e ammorbidisce il tono di un arredamento rigoroso. E’ chip&chic e si trova un pò in ogni negozio specializzato per la casa. Ne ho pieno lo studio.

2. Random di Mooi. Il processo di produzione di questa lampada è semplice quanto geniale: la struttura\pelle della lampada è formata da fili in fibra di vetro avvolti in modo casuale attorno ad un pallone gonfiabile da spiaggia, poi sgonfiato ed estratto dall’interno della bolla, dopo indurito l’intreccio di fili per mezzo di resina epossidica. La più bella del reame per me, non rende forse quanto merita sullo schermo di un computer, ma quando l’ho vista dal vivo sono rimasta senza parole per la sensazione di leggerezza ma nello stesso grande caratterizzazione. Quasi sicuramente sarà la lampada sospesa sul mio tavolo da pranzo.

3. Glo-ball di Flos. Per questo genere di lavorazione a soffiatura che permette di ottenere bolle, non si può che pensare alla storica tradizione del vetro di Murano, eccellenza del made in Italy. Infatti il globo diffusore di questa lampada è interamente in vetro di Murano, che da quel valore aggiunto all’idea del designer inglese Jasper Morrison. Irregolare, a tratti ironica ma di classe, of course very British.

4. Castore di Artemide. Un classico senza tempo, iconica, rigorosa ma versatile, adatta sia in ambienti iper moderni sia per creare armoniosi contrasti in ambienti arredati con mobili antichi. Ha dominato le scene degli interni più riusciti del nuovo secolo. E’ stata una delle mie preferite sin dai tempi dell’università.

5. Ball dello studio Front.  Avete mai giocato col Crystal Ball da piccoli? Beh questa lampada mi da proprio l’idea della bolla appena soffiata, eppure è di vetro, un vetro particolare che intercetta la luce e la riflette nell’ambiente come un’istallazione temporanea di sfumature cromatiche. Effimera ma poetica, proprio come una bolla di sapone.

Annunci

13 thoughts on “Lampade a sfera a sospensione.

  1. Wow, come esaltarsi parlando di lampade….mi hai letteralmente rapita e ti confesso di aver immaginato per un attimo nel mio studio proprio la tua preferita Random di Mooi.
    Cercherò di scoprirla dal vivo! grazie per il tuo punto di vista, mi ha aperto nuove frontiere 🙂

    Mi piace

    1. Grazie cara! A volte incuriosendosi a fondo delle cose si scoprono affinità elettive che inevitabilmente è come se ci appartenessero…Dato che sei anche un’esperta di moda, paragonerei la Random ad un capo prezioso di knitwear lavorato con materiali high tech, quelli che quando li indossi, pur nella loro semplicità, ti fanno sentire speciale e coccolata! Se ti capita valla a vedere dal vivo certo, non ti deluderà, anzi ti tenderà la mano 😉 Fammi sapere, a presto!

      Mi piace

    1. Sì! tra l’altro trovo che nelle camer-ette o comunque in ambienti piccoli questo tipo di lampade risaltano ancora di più e caratterizzano lo spazio! E certo piacciono molto ai bimbi…

      Mi piace

    1. Sai di solito uno non ci fa caso a questi dettagli, ma poi quando vedi la differenza in un ambiente con luci ben calibrate in base alla forma e all’arredamento, si convince subito perchè ci si sente pure meglio nello spazio…è strano da spiegare, più facile da fare! non se se avverti anche tu questa sensazione.

      Mi piace

  2. Ciao, anche io sono una fan delle lampade a sfera a sospensione e come te le trovo particolarmente adatte per la sala da pranzo! Per casa mia ad es. ho scelto la Fil de Fer di Catellani & Smith che una volta accesa rende un bellissimo gioco ottico sulle pareti bianche realizzando come la trama di una carta da parati !

    Mi piace

    1. Troppi spigoli fanno male in effetti nella vita. Bella questa accezione che dai alla bolla di sapone sospesa tra sogno e realtà…mi piace molto e m’identifico. Grazie per essere passata di qui con i tuoi occhi verdi. A presto;)

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...