Uno spazio per la bellezza.

Dopo il post su Alex e le beauty guru, ho deciso di approfondire il tema della composizione di uno spazio per la bellezza e dell’organizzazione del make up, a cui sto pensando anche per la mia nuova casa, e quindi mi fa piacere condividere soluzioni e ispirazioni su come allestire un piccolo angolo femminile dove prendersi cura di sè e organizzare prodotti di  cura e bellezza. L’argomento che affronto qui è l’idea del piano di lavoro, ovvero la soluzione ad hoc per ogni beauty routine.

how to plan a boudoir
Scena ambientata nel delizioso boidour di Marie Antoniette nell’omonimo film di Sofia Coppola.

STORIA e ISPIRAZIONI

Le donne di un certo rango, e prima fra tutte la regina Maria Antonietta, a partire dal Settecento, erano solite avere un boudoir, cioè una stanza privata adiacente alla camera da letto, con bagno e spogliatoio, e talvolta con annesso salotto in cui leggere, ricamare, o ricevere le amiche, decorato con arredi dell’epoca e drappeggi sul tema floreale. Era un luogo che poteva essere vissuto con fascino e segretezza, ma anche un opportunità per le dame di frivolezze e divertimenti non giudicati consoni in pubblico. Insomma un luogo dove essere e sentirsi donne, senza stereotipi e pregiudizi. Il termine boudoir deriva dal francese bouder che significa mettere il broncio, infatti le signore vi si rifugiavano nei momenti di noia e disappunto per ritrovare serenità: un’ottima ispirazione per capire il senso e il fine della ricerca di questo spazio, soprattutto mentale, nella propria casa, che possa evocare una sensazione di pace e benessere seppur solo per cinque-dieci minuti al giorno.

toletta valigia
Stupenda idea di recupero di una valigia vintage per un suggestivo angolo beauty.

DOVE

Alla maggior parte delle donne, in un modo o nell’altro, con più o meno spazio disponibile, piace creare e allestire uno luogo dedicato alla cura di sè, a seconda degli spazi e delle abitudini, nel proprio bagno, in camera da letto o comunque nella cosiddetta zona notte, purché abbastanza riservato e che anche quando non si usa rimanga ordinato e gradevole alla vista.  Io sono abituata a incremarmi e truccarmi in bagno perchè ho la necessità di lavare spesso le mani tra uno step e l’altro e quindi di avere vicino il lavandino. Come ormai sapete, se seguite il mio blog, sto ristrutturando quella che sarà la mia nuova casa e il mio piccolo angolo dedito alla cura e al relax comunque sarà nel bagno, che ho concepito come una stanza dai toni soft, i materiali caldi e un mobile dove sarà posizionato il lavabo oltre che la mia postazione beauty.

vetrinetta ikea
In un bagno o un antibagno un piccolo angolino per il beauty creato usando la vetrinetta Fabrikor di IKea.

COME e COSA

 Al di là dei gusti e delle tendenze, gli elementi fondamentali per allestire un proprio spazio per il beauty è un mobile contenitore, uno specchio e una buona luce. L’illuminazione è molto importante perchè ci si svolgeranno attività di precisione come è quella di truccarsi o togliersi le sopracciglia etc., quindi è preferibile che sia puntuale, diretta e non troppo fredda o troppo calda altrimenti colori e ombre verrebbero alquanto sfalsati. Le opere che più mi hanno colpito per bellezza e talento, che fino ad oggi ho visto, sono state create con poche risorse, ma con grande personalità. Tanti metri quadri impersonali e riempiti senza un mood, sono meno interessanti di piccoli angoli spontanei, arredati e allestiti in modo funzionale e personale.  Un vanity dalle linee iper femminili, o un semplice mobiletto, anche da recupero, con uno specchio e magari un’alzatina dove riporre prodotti di make up come se fossero pasticcini, già da un valore aggiunto e soddisfa lo scopo. Si può decidere di trattare la porzione di parete con un inserto di parato vinilico, adesivi o stampe legate al mondo della bellezza o qualche semplice lavoretto fai da te ma d’effetto. Un pouf di design, un morbido cuscino, una candela profumata, una crema con cui coccolarsi o un trattamento di bellezza, sono tutte cose utili che materializzano lo spazio attorno al quale l’intento è di creare un rituale di benessere. 

E il vostro spazio per la bellezza com’è?

arco
Un desk dallo stile minimalista, per farsi belle ma anche per lavorare al pc, progettato dallo studio olandese Arco.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...